Yoga Pontedera

Claudia mangini

cell: 328 – 2495027

presso Centro Pontedera Danza S.S.D.
via Tosco Romagnola 205 Pontedera (PI)

mail: pontedera@verdeloto.it

I corsi sono aperti a tutti e accessibili in qualsiasi momento.

La prima lezione è gratuita.

Si consiglia abbigliamento comodo, calzini antiscivolo.

Orari corsi

Raja Yoga

Lunedì ore 20.15 / 21.15

Hatha Yoga

Mercoledì ore 20.15 / 21.15

 

Hatha Yoga

YOGA E SALUTE

E’ ormai risaputo che la pratica regolare ed intelligente dello yoga ha un impatto positivo sulla salute, sia perché aiuta a prevenire le più comuni patologie, sia perché può efficacemente affiancare il trattamento di numerosi disturbi psico-fisici.
Lo hatha yoga, se praticato con costanza, regolarità e con il giusto atteggiamento, riesce ad apportare alla persona enormi benefici:
– scioglie le tensioni muscolari del corpo e quelle della mente;
– aiuta a raggiungere un buon allineamento posturale;
– aumenta le difese immunitarie;
– aiuta ad acquisire un elevato grado di concentrazione;
– sviluppa ottimismo e fiducia in sé stessi;
– riduce ansia e stress;

In questo anno scolastico 2019/20202 prenderemo in considerazione ogni distretto corporeo e le varie patologie ad esso collegate, andando a lavorarci con asana a pranayama specifici: in ogni lezione verrà quindi approfondito un determinato disturbo in riferimento all’apparato trattato. Alcuni degli asana suggeriti agiscono direttamente sugli organi interessati, altri invece sono coinvolti per i loro benefici generici ed effetti sinergici.

Per ottenere però benefici a lungo termine, ogni sequenza di posizioni dovrà essere praticata con continuità.

“Solo tramite una perfetta conoscenza del proprio corpo si può capire che corpo e mente sono una cosa sola, unica, indivisibile e che, solo prendendo coscienza di queste simbiosi, si possono prevenire e curare molti disturbi che altrimenti si tramuterebbero inevitabilmente in malattie” (Il grande libro dello Yoga- Gabriella Cella)

PROGRAMMA

  • Ottobre 2019: APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO
  • Novembre 2019: APPARATO DIGERENTE
  • Dicembre 2019: APPARATO GENITO-URINARIO
  • Gennaio 2020: APPARATO RESPIRATORIO
  • Febbraio 2020: APPARATO OSTEO-MUSCOLARE
  • Marzo 2020: DISTURBI DEL CICLO MESTRUALE
  • Aprile 2020: DEPURAZIONE PRIMAVERILE DELL’ORGANISMO
  • Maggio 2020: INSONNIA-ANSIA-DEPRESSIONE
  • Giugno 2020: OCCHI E DISTURBI DELLA VISTA

Inoltre ogni ultimo mercoledì del mese (a partire da novembre) si terrà una lezione speciale che abbiamo chiamato “Miti e āsana”.
Ogni mese prenderemo in esame un dio/dea del pantheon indu e l’āsana correlato.
Trovare il mito nel corpo, sentire il mito prendere vita nell’ āsana, risveglia profonde energie. Attraverso la narrazione e l’incanto delle storie che hanno dato il nome ai vari āsana, realizzeremo una pratica più profonda, più potente, più ricca.

Raja Yoga

I 9 OSTACOLI DELLA MENTE

Nel corso delle lezioni di Raja Yoga di questo primo semestre dell’anno scolastico 2019/2020 prenderemo in considerazione i 9 ostacoli alla pratica efficace dello yoga che Patanjali prende in considerazione nel I° libro al sutra 30 dei suoi famosi Sutra.
Lo scopo primario del Raja Yoga è infatti quello di attingere lo stato di beatitudine dell’estasi spirituale tramite la meditazione. Per raggiungere tale stadio di realizzazione spirituale, l’allievo dovrà seguire un percorso di conoscenza della propria mente e sottoporsi ad una rigorosa disciplina che rimuova gli ostacoli di natura fisica e psicologica che impediscono il conseguimento di un tale stato.

“Vyadhi-styana-samsaya-pramadalasyavirati-bhranti-darsanalabdhabhumi-katvanavasthitavani citta-viksepas te’ntarayah.”

“Malattia, apatia, dubbio, negligenza, indolenza, inclinazioni mondane, illusione, non-attingimento di uno stadio, instabilità, questi (nove elementi) (sono/determinano) i disturbi (le distrazioni) della mente e costituiscono gli ostacoli (nel cammino dello yoga)” (Patanjali, Yoga Sutra, I.30).

Questi 9 ostacoli producono nell’allievo viksepa, ovvero distrazione della mente, il cui elemento caratteristico è il fatto che sia costantemente rivolta verso l’esterno. Tale tendenza centrifuga è tanto forte che qualsiasi sforzo per rovesciare la direzione della coscienza e farla ritrarre dalla periferia verso il centro è accompagnato da una vera e propria battaglia mentale.